La Cremonese di Cabrini, Mondonico e Prandelli negli anni ’70

0
1004
views
Cremonese Antonio Cabrini e Emiliano Mondonico 74 75

La Cremonese è stata una delle grandi protagoniste della Serie C negli anni ’70. Grazie ad icone del calcio italiano come Antonio Cabrini, Emiliano Mondonico e Cesare Prandelli, i grigiorossi hanno dato il via ad un ciclo vincente in grado di riportarli in Serie B dopo la bellezza di trent’anni.

Nella foto in alto la Cremonese 74-75: Emiliano Mondonico, Antonio Cabrini, Giancarlo Finardi, Luciano Cesini Luciano Bodini, Giuseppe De Gradi, Cristino Chigioni, Alberto Sironi, Bruno Minini, Gianfranco Delle Donne.

Cremonese, primi sussulti. Il 74-75 con Antonio Cabrini e Mondonico

Le basi la Cremonese le ha poste nella stagione 1974-1975. A fine anno i lombardi occuparono il sesto posto nella classifica del Girone A di Serie C, ma la squadra mostrò già delle individualità da prima della classe. A spiccare fu Emiliano Mondonico, poi celebre come allenatore, in giallorosso devastante nel ruolo di bomber: furono addirittura 18 i gol in campionato per l’attaccante, e questo nonostante un infortunio che non gli consentì di scendere in campo nelle ultime nove gare. Da segnalare le triplette nel 3-2 interno contro la Pro Vercelli e nel pesante 5-0 contro la Juniorcasale.

Annata da protagonista anche per il futuro campione del mondo Antonio Cabrini. 26 presenze e 2 gol per lui, a fine anno acquistato dall’Atalanta e la stagione successiva in forza alla Juventus, di cui diventò un’icona.

Futuro legato ai bianconeri anche per il portiere Luciano Bodini, storico secondo di Dino Zoff e Stefano Tacconi tra la fine degli ’70 e la fine gli anni ’80. Per l’estremo difensore 37 gettoni in stagione: una rarità, così tante presenze, per un estremo difensore ricordato come il “dodicesimo per eccellenza”.

Cremonese, la promozione in Serie B nel 1977

Dopo il secondo posto nella stagione 75-76, la Cremonese riuscì a centrare la promozione in B nella stagione successiva. Cadetteria riconquistata dopo tempo immemore grazie ai soliti Mondonico, Bodini, ma anche ad un altro futuro juventino come Cesare Prandelli, titolarissimo con 37 presenze e 2 gol.

Cremonese 76 77 Mondonico e Prandelli
Secondo e quarto in piedi: Emiliano Mondonico e Cesare Prandelli

Da segnalare l’ottima stagione dell’attaccante Mario Nicolini, protagonista con 16 reti (quattro le doppiette). L’attaccante classe ’55 conobbe la sua migliore annata in carriera: sfiorò questo record nell’ultimo anno da calciatore, nel 1984-85, quando con il Giulianova in Serie C2 realizzò 15 gol.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here